By continuing to use the site you agree to our privacy and cookie policy.

I agree

24 Ore di Le Mans all’avanguardia della tecnologia

Le corse automobilistiche sono uno sport in costante evoluzione. Nell’ultimo decennio, si è assistito allo sviluppo di tecnologie all’avanguardia che hanno aperto la strada all’innovazione in molteplici settori. ACO, il più grande gruppo automobilistico francese, è stato fondato nel 1906 e ha organizzato il primo Gran premio in assoluto. Oltre a essere la più grande organizzazione per gare in Francia, il club gestisce anche una delle gare di durata più famose al mondo: la 24 Ore di Le Mans, che si tiene ogni anno dal 1923 (con l’eccezione degli anni della Seconda guerra mondiale).

Che cos’è la 24 Ore di Le Mans?

La 24 Ore di Le Mans è una delle gare di durata ancora in corso più antiche al mondo ed è uno degli eventi automobilistici più prestigiosi, se non il più prestigioso. La gara si tiene ogni anno a giugno sul Circuit de la Sarthe. L’obiettivo della gara è correre per 24 ore bilanciando velocità e capacità di concludere la gara senza alcun guasto meccanico. L’evento ospita circa 60 concorrenti e quattro classi diverse. Tutte le auto competono allo stesso momento, tuttavia è previsto un vincitore generale e uno per ciascuna classe. La corsa non premia la velocità delle auto, bensì la capacità di realizzare veicoli affidabili. Per concludere e, soprattutto, vincere la gara, le auto devono combinare aerodinamica all’avanguardia, stabilità alle alte velocità, componenti affidabili e piloti fuoriclasse.

Un evento della Tripla corona

Parte del Campionato del mondo endurance FIA, la 24 Ore di Le Mans non solo rientra nella Tripla corona delle gare di durata, insieme alla 24 Ore di Daytona e alla 24 Ore di Sebring, ma è anche una delle gare della Tripla corona delle corse automobilistiche, con la Indianapolis 500 e il Gran premio di Monaco. La Tripla corona degli sport motoristici racchiude tre tipi di corse automobilistiche: Formula Uno, IndyCar e Vetture sport. Vincere la Tripla corona degli sport motoristici è un risultato ambito da tutti i piloti di auto da corsa. Solo un pilota è riuscito a trionfare in tutte le tre categorie e a reclamare la Corona: Graham Hill nel 1972.

L’obiettivo? Rivoluzionare gli sport motoristici

Data la natura competitiva delle gare automobilistiche, l’obiettivo di ACO è garantire il rispetto dei regolamenti da parte delle vetture e una competizione equa. Da sempre, prima di una gara, ACO prevede un periodo di test caratterizzato dalla verifica della conformità dei veicoli ai regolamenti tecnici pertinenti. Di solito, vengono analizzate 30-35 macchine al giorno, dedicando circa 10 minuti a veicolo. Il processo tradizionale prevedeva l’ispezione mediante stampi in plastica e nastri di misurazione. L’intera procedura veniva svolta manualmente. Purtroppo, questo metodo non era in grado di garantire precisione, ripetibilità o tracciabilità controllate. Le misurazioni potevano sempre variare in base all’operatore.

L’avanzamento dei processi e la maggiore innovazione dei partecipanti, ha spinto ACO a migliorare a sua volta il livello dei propri controlli di qualità. L’obiettivo era modificare i propri metodi e introdurre una nuova piattaforma di misurazione per ottenere un sistema di verifica ottimale e all’avanguardia tecnologica. ACO voleva essere lungimirante e anticipare gli avanzamenti tecnologici dei concorrenti. Il team di ACO ha valutato diverse soluzioni e tecnologie per portare a termine il progetto. “Il nostro compito è verificare che le auto siano conformi a tutti i regolamenti, che la competizione sia equa e poter controllare le vetture con i sistemi più precisi in assoluto”, dichiara Guillaume Bouttier, delegato tecnico di ACO. “Abbiamo confrontato le varie soluzioni proposte e il sistema Creaform si è rivelato quello più competitivo in assoluto”. Le tecnologie e i progetti di Creaform hanno offerto maggiori possibilità in termini di controllo e l’opportunità di aumentare il numero di verifiche e approfondimenti nell’ambito dei processi di misurazione. Inoltre, Creaform ha offerto una vasta gamma di possibilità in termini di controllo della qualità. Oltre a valutare tutte la auto nel tempo previsto, il team può anche garantire una precisione ottimale e sfruttare un dispositivo portatile intuitivo, tutti elementi fondamentali per la decisione di ACO.

Un sistema 3D realizzato per le competizioni motoristiche

La soluzione 3D di Creaform è composta dallo scanner MetraSCAN 750™, un plug-in personalizzato per le verifiche integrato nel software di ispezione PolyWorks®, e una piattaforma personalizzata. La velocità era uno degli elementi fondamentali: proprio per questo, MetraSCAN 3D™, con i suoi 7 laser incrociati, si è dimostrato il dispositivo ideale. Questo scanner 3D avanzato garantisce un’elevata velocità di misurazione (circa 480.000 misurazioni di precisione al secondo) e un’area di scansione di grandi dimensioni, per una velocità di scansione senza rivali. Il dispositivo ha consentito al team di raggiungere l’obiettivo dei “10 minuti a macchina”.

CLick here

La soluzione 3D di Creaform è composta dallo scanner MetraSCAN 750™, un plug-in personalizzato per le verifiche integrato nel software di ispezione PolyWorks®, e una piattaforma personalizzata. La velocità era uno degli elementi fondamentali: proprio per questo, MetraSCAN 3D™, con i suoi 7 laser incrociati, si è dimostrato il dispositivo ideale. Questo scanner 3D avanzato garantisce un’elevata velocità di misurazione (circa 480.000 misurazioni di precisione al secondo) e un’area di scansione di grandi dimensioni, per una velocità di scansione senza rivali. Il dispositivo ha consentito al team di raggiungere l’obiettivo dei “10 minuti a macchina”.

Considerando le diverse forme e i vari materiali delle automobili, MetraSCAN 3D garantisce al team la versatilità per analizzare tutte le macchine, anche se le superfici sono nere, multicolore o lucide. “Sono presenti prototipi, auto GT, forme e colori diversi: siamo entusiasti della capacità del sistema 3D di Creaform di leggere qualsiasi elemento”, dichiara M. Bouttier.

Un processo di verifica innovativo per le gare di durata

In collaborazione con il settore tecnico e con il team di integrazione delle tecnologie di Creaform, ACO ha creato un software applicativo e una piattaforma personalizzata per conseguire gli obiettivi del progetto. La piattaforma è finalizzata alla verifica semiautomatica delle vetture nel minor tempo possibile.

Questa soluzione di misurazione personalizzata completa prevede che le apparecchiature misurino peso, piano di riferimento (misurando lo spazio sotto l’auto) e dimensioni delle vetture. La piattaforma comprende bilance – fornite da Captels – per pesare automaticamente le auto, e quattro laser – forniti da Ametek Solartron Metrology – per la misurazione del piano di riferimento. Inoltre, la soluzione opera in sinergia con una struttura metallica che semplifica i movimenti del C-Track, facendolo scorrere in posizione mediante una maniglia.

La piattaforma è collegata a una esclusiva versione applicativa personalizzata del software PolyWorks®, che comprende una barra degli strumenti specifica, un’interfaccia e una guida personalizzata passo per passo. La guida agevola il processo di misurazione e semplifica le attività degli operatori. Le auto vengono ispezionate mediante una guida personalizzata creata specificatamente per i due tipi di vetture: GT e prototipi. Il processo di verifica parte preselezionando il profilo della vettura del concorrente che verrà posizionata sulla piattaforma di ispezione. Quindi, una volta che l’auto è in posizione, l’operatore prima pesa la macchina con le bilance Captels, quindi misura i piani di riferimento mediante i laser Solartron.

GT vs. Prototypes cars

Completata la procedura, l’operatore colloca i target di posizionamento sul veicolo per il tracciamento dinamico. Il software indica all’operatore il corretto posizionamento del C-Track in modo da scansire la sezione del veicolo da ispezionare. Sono previste 7 posizioni diverse di C-Track per l’esecuzione della scansione. Ad ogni scansione di un’area specifica, l’applicazione indica all’operatore la posizione prevista del C-Track. I target di posizionamento vengono rilevati in automatico e l’operatore ispeziona le sezioni specifiche. “Possiamo controllare tutti gli elementi delle vetture e confrontarli con file CAD, il che è una novità per noi. Inoltre, la soluzione ci consente di scansire l’intera auto. Il nostro obiettivo finale è verificare la conformità delle superfici alle forme e ai regolamenti di omologazione”, dichiara M. Bouttier. Al termine della sequenza, i dati vengono estratti in automatico per ciascun elemento e viene creato un rapporto automatico completo che può essere stampato per offrire un feedback immediato ai concorrenti.

La soluzione 3D personalizzata realizzata da Creaform per ACO può anche essere spedita in tutto il mondo per l’esecuzione di verifiche in altre gare di durata, come Nürburgring in Germania, Silverstone nel Regno Unito, Fuji in Giappone.

La soluzione 3D personalizzata realizzata da Creaform per ACO può anche essere spedita in tutto il mondo per l’esecuzione di verifiche in altre gare di durata, come Nürburgring in Germania, Silverstone nel Regno Unito, Fuji in Giappone.

Vuoi maggiori informazioni sulle ispezioni di scansione 3D? Per saperne di più

Article written by Creaform

Share
Comments about this article