By continuing to use the site you agree to our privacy and cookie policy.

I agree

Soluzioni AQC per parti complesse e finiture varie

AQC Solutions for Part Complexity and Finish Variety

Uno dei fattori principali spesso sottovalutato ma di grande impatto sul tempo di misurazione, è la sensibilità per le finiture superficiali degli scanner 3D. Nell’ambito delle soluzioni di ispezione automatica, i tempi di ciclo sono da sempre un fattore chiave nella scelta di una nuova tecnologia. Tuttavia, per calcolare i tempi di ciclo reali di un processo in modo corretto, non basta analizzare la velocità di misurazione degli scanner 3D.

 

Per gli operatori delle aree di produzione, il parametro più importante per le prestazioni è la combinazione di velocità di misurazione e area di scansione. L’analisi simultanea dei due parametri offre agli utenti un’esperienza di scansione 3D realistica. Conoscendo con precisione il tempo necessario per la scansione di 1 metro quadro, è molto più facile adattare l’efficienza a vari tipi di parti.

Quali sono i tuoi principali problemi di produttività rispetto

ai processi automatizzati di controllo qualità?

Velocità,
Forza lavoro,
Complessità

Prova l’esperienza interattiva

Tuttavia, per calcolare i tempi di ciclo reali di un’operazione completa, è fondamentale misurare il tempo necessario per preparare la parte e pulirla dopo le misurazioni. Infatti, anche sapere se la parte dovrà essere verniciata o se verranno applicate polveri per coprire la finitura superficiale, è un fattore chiave nella valutazione della tecnologia metrologica 3D da adottare, poiché tali operazioni aggiuntive richiedono risorse umane.

Di solito, gli scanner basati su aree o quelli 3D a luce strutturata sono estremamente sensibili alle finiture superficiali. Spesso, la precisione volumetrica è influenzata direttamente dai materiali scansiti dall’utente (neri, bianchi o lucidi). Per evitare tale impatto sulle prestazioni dello scanner, in alcuni casi occorre preparare la parte prima della scansione. Durante la preparazione, è importante ricordare che in seguito occorrerà anche pulire la parte: si tratta di due operazioni manuali che dovranno essere effettuate all’interno dei tempi del ciclo di produzione. Se non si riesce a mantenere il passo della produzione, la soluzione potrebbe essere passare a una tecnologia migliore.

Oggi, i migliori scanner 3D sul mercato possono gestire diversi materiali e finiture superficiali senza dover applicare polveri o vernici prima dell’avvio dell’acquisizione. Queste unità non solo offrono esperienze di scansione 3D ottimali (punti per secondo combinati con area di scansione), ma sono anche la soluzione ideale per affrontare varie finiture superficiali, forme e dimensioni delle parti.

Articolo scritto da Creaform

Commenti sull'articolo