By continuing to use the site you agree to our privacy and cookie policy.

I agree
-->

Modellazione 3D per il controllo "phased-array" nella produzione di energia

I componenti e le strutture per la produzione energetica devono essere controllate per valutare il livello di usura e il tempo di esercizio residuo. Le aziende che si occupano di produzione energetica devono affrontare problemi sempre più complessi per il controllo di componenti che fanno parte di strutture intricate e che non possono essere estratte a scopo di controllo. Per risolvere questo problema, il settore ha tradizionalmente fatto ricorso al metodo di controllo "phased–array".

Il controllo Phased Array (PA) costituisce un metodo avanzato di test ad ultrasuoni (UT) utilizzato nei controlli non distruttivi. Viene impiegata la simulazione della legge focale "phased–array" per prevedere i risultati del controllo e ottimizzare le configurazioni della sonda e dello zoccolo. Il controllo di componenti di forma complessa utilizzando una matrice 2D può essere problematico. In assenza di una soluzione migliore, il modello 3D viene normalmente ricavato da un file CAD o costruito seguendo un modello teorico. Tuttavia, la forma effettiva del componente differisce spesso in modo considerevole dai modelli teorici, e ciò influenza la qualità della scansione ad ultrasuoni e la probabilità di identificazione.

Le soluzioni di Creaform relative a CND supportano il settore della produzione di energia abbinando le potenzialità di acquisizione dati della scansione 3D con il controllo "phased array" per fornire agli operatori e ai tecnici di controllo le informazioni necessarie per prendere decisioni di manutenzione sicure ed affidabili.