By continuing to use the site you agree to our privacy and cookie policy.

OK

Scanner 3D: conservazione del patrimonio religioso da parte di Cetim Sud-Ouest

“Dopo solo qualche ora di scansione, la Vergine era già stata completamente acquisita ed era pronta per essere riprodotta con l’annotazione “copia conforme”. “

Scanner 3D: conservazione del patrimonio religioso da parte di Cetim Sud-Ouest

Cetim Sud-Ouest è una consociata del Centro tecnico delle industrie meccaniche con sede in Francia, e si specializza in tomografia e metrologia. L’azienda è il risultato dell’acquisizione delle società Tomo Adour e CM Adour, avvenuta nel 2017. L’associazione di questi centri ha contribuito a consolidare il sostegno per le PMI manifatturiere a livello regionale e nazionale. Una delle vocazioni di Cetim Sud-Ouest consiste nell’assistere gli industriali nei loro progetti (attività di ricerca e sviluppo, condivisione delle risorse e trasferimento di competenze). Ultimamente, Cetim Sud-Ouest è ricorsa ai servizi di Creaform e ha utilizzato il suo scanner HandySCAN 3DMC per affrontare un progetto a dir poco… cerimoniale.

Il marcato contrasto tra il sacro e la tecnologia

Gli esperti di Cetim Sud-Ouest si sono recati a Lourdes accompagnati da un tecnico di Creaform con l’obiettivo di eseguire la scansione 3D dell’iconica statua della Madonna di Lourdes senza spostarla. Questa scultura in marmo alta 183 cm, realizzata da Joseph-Hugues Fabisch nel 1864, si trova in una nicchia sopra la grotta sacra di Massabielle e domina l’area dei santuari di Lourdes. La località riceve ogni anno la visita di svariate centinaia di migliaia di pellegrini. Simbolo emblematico per i fedeli cattolici, la statua oggetto della scansione digitale è stata ovviamente sottoposta a un processo tecnologico di misurazione 3D senza contatto, ma che fa contrasto con il suo patrimonio religioso.

La scansione 3D della scultura

La scansione 3D consente di acquisire tutti i dettagli della scultura per consentire la produzione di repliche molto fedeli

 

Restaurata nel 1999, la statua viene spesso riprodotta in formati differenti (effigi, statuette, reliquie, ecc.) da numerosi artisti che non sempre riescono a cogliere tutti i dettagli della scultura originale. La Basilica di Lourdes ha quindi chiesto a Cetim Sud-Ouest di eseguire la scansione della Vergine Maria e fornire un file 3D fedele alle dimensioni reali della scultura così com’è; gli interessati hanno persino concordato che il livello di precisione delle misurazioni eseguite doveva essere nell’ordine del decimo di millimetro. L’obiettivo dichiarato è di consentire la creazione di repliche totalmente fedeli all’originale, portanti un marchio che ne attesti l’autenticità.

HandySCAN 3D offre la soluzione per condizioni rischiose

Poiché HandySCAN 3D offre il livello di precisione richiesto per questo progetto, si è dimostrato molto utile in virtù della sua portabilità e facilità d’uso. Di fatto, il gruppo che ha operato all’entrata della grotta di Massabielle ha incontrato delle problematiche in genere poco frequenti dato l’ambito nel quale si svolgono abitualmente le scansioni 3D. Situata in alto a destra della grotta di Massabielle a due metri di altezza, in una cavità secondaria nella roccia (soprannominata “la nicchia delle apparizioni”), la statua della Madonna di Lourdes ha tutti gli elementi necessari per complicare al massimo il lavoro di scansione, molto di più dei laboratori di prova e degli uffici di progettazione meccanica.

Scanner 3D: conservazione del patrimonio religioso da parte di Cetim Sud-Ouest

“Per poter lavorare in modo corretto e sicuro era di rigore ricorrere a una piattaforma elevabile. Avevamo quindi bisogno di attrezzature portatili, pratiche e rapide per poter accedere a ogni superficie della statua per acquisire ogni minimo dettaglio e in tal modo creare un file attendibile, completo e rappresentativo”, ha sintetizzato Lionel Lagrèze, tecnico commerciale presso Cetim Sud-Ouest.

La scelta di HandySCAN 3D

Impugnato con una mano, la qualità principale del HandySCAN 3D è la leggerezza: il peso di 940 grammi lo rende uno strumento ideale per ridurre l’affaticamento muscolare a fronte di contorsionismi, spazi ristretti e accesso limitato. Inoltre, considerate le pareti rocciose in prossimità della scultura sacra, le dimensioni dello strumento erano un fattore importante. Anche se l’altezza dello strumento di Creaform è di 288 mm, la sua lunghezza dall’impugnatura è solo di 142 mm. Inoltre la larghezza di HandySCAN 3D pari a 79 mm, gli permette di scivolare e infilarsi in interstizi relativamente stretti. Riguardo alla precisione, un altro dei fattori principali nella scelta di uno strumento che permetta di completare il progetto, HandySCAN 3D vanta una risoluzione di meno di un decimo di millimetro.

Anche la facilità e rapidità d’uso nel campo erano vitali per il corretto svolgimento del compito. Dato lo straordinario numero di pellegrini e altri visitatori che si accalcano davanti alla grotta ogni giorno, la squadra non ha avuto altra scelta che eseguire l’intervento di notte, con condizioni di illuminazione precarie. Era quindi necessario sbrigarsi per garantire una scansione rapida ed efficace delle superfici di interesse. A tal fine, HandySCAN 3D vantava caratteristiche tecniche di valore assoluto, grazie a 1.300.000 misurazioni al secondo e la sua ampia area di scansione (310 x 350 mm). Inoltre, grazie a un pacchetto software esclusivo e integrato, Creaform può rafforzare la sua offerta di servizi e fornire rapidamente dei risultati facilmente esportabili.

In considerazione per altri progetti eventuali

“La collaborazione con Creaform è stata determinante nell’ambito di questo progetto. Abbiamo beneficiato dell’assistenza di persone reattive e attente”, dichiara Lionel Lagrèze.

Articolo scritto da Creaform

Commenti sull'articolo