By continuing to use the site you agree to our privacy and cookie policy.

OK

Digitalizzazione di un relitto navale di legno con Go!SCAN 3D

Gli archeologi hanno il delicato compito di preservare il patrimonio culturale per approfondire le loro conoscenze storiche. Devono acquisire informazioni su antichi metodi di costruzione e su come venivano usati questi oggetti. Nell’estate del 2019, la città di Göteborg in Svezia ha avviato dei lavori di scavo per un’importante infrastruttura.

Durante i lavori, sono stati rinvenuti tre relitti di legno del 16º secolo. Dal momento che è costoso e complicato preservare il legno quando viene rimosso dal terreno ed esposto all’aria, venne presa la decisione di documentare tutto in formato digitale. Il gruppo di archeologi scelse di usare la scansione 3D per acquisire ogni singolo pezzo di legno rimosso dalla fossa di escavazione.

Quando gli oggetti antichi incontrano le nuove tecnologie

Grazie agli scanner 3D senza contatto, oggetti e artefatti rari possono essere acquisiti efficientemente per creare modelli 3D digitali. Le scansioni forniscono una qualità ed un’accuratezza ottimali per lo studio, il restauro, o la duplicazione di oggetti ed artefatti, e anche per la loro classificazione in cataloghi, depositi e database. Ciò semplifica la condivisione delle scoperte all’interno della comunità di studiosi.

Il gruppo di archeologi responsabili del relitto si rivolsero a MLT Maskin & Laserteknik AB (distributori di Creaform per la Svezia), per decidere quale tipo di sistema di scansione 3D fosse meglio usare. Il gruppo decise di usare lo scanner 3D portatile Go!SCAN SPARK. Questo scanner fece un’ottima impressione grazie alla qualità dei dati, alla velocità e alla versatilità, un fattore molto apprezzato.

 

Il gruppo di archeologi decise di documentare ogni singolo pezzo di legno (500 circa) con il Go!SCAN SPARK. Il progetto non si è ancora concluso. Il risultato finale sarà un modello 3D completamente assemblato del relitto, che potrà offrire indizi sul luogo di costruzione e l’uso del veliero, e sulle rotte commerciali percorse in passato.

 

GUARDA IL VIDEO!

Articolo scritto da Creaform

Commenti sull'articolo